In tema di compravendita immobiliare è assolutamente necessario svolgere un approfondimento riguardante gli elementi essenziali che la contraddistinguono.

Un elemento assolutamente fondamentale che riguarda ogni tipologia di trasferimento immobiliare riguarda la metodologia del trasferimento.

Esso può avvenire in due modalità:

  • Vendita a corpo;
  • Vendita a misura;

La compravendita dell’immobile riguarda sempre un bene che ha una determinata consistenza, quantificabile in maniera ben definita.

Praticamente viene proposto sul mercato un immobile, indicandone la sua superficie in metri quadri.

Spesso capita che la metratura riferita non corrisponda esattamente a quella effettiva. In questo caso il Codice Civile  regolamenta le eventuali divergenze e problematiche, soprattutto inerenti ai compromessi o ai preliminari in genere.

La vendita a misura

La vendita a misura viene regolata in base all’articolo 1537 del Codice Civile, e determina che qualora un immobile è venduto con l’indicazione della sua misura e per un prezzo stabilito in ragione di un tanto per ogni unità di misura, il compratore ha diritto ad una riduzione, se la misura effettiva dell’immobile è inferiore a quella indicata nel contratto.

Qualora invece la misura è superiore rispetto a quella indicata nel contratto, il compratore deve corrispondere il supplemento del prezzo, ma ha facoltà di recedere dal contratto qualora l’eccedenza eccede la ventesima parte della misura dichiarata.

Questo è il principale motivo per cui gli immobili vengono sempre venduti a corpo e mai a misura.

La vendita a corpo

La vendita a corpo viene invece regolata in base all’articolo 1538 del Codice Civile e determina i casi in cui il prezzo è determinato in relazione al corpo dell’immobile e non alla sua misura.

Nonostante questa sia stata indicata, non si ricorre alla diminuzione o al supplemento di prezzo, salvo che la misura reale sia inferiore o superiore di un ventesimo rispetto a quella indicata nel contratto.

Nel caso in cui dovrebbe si pagare un supplemento di prezzo, il compratore ha la facoltà di recedere dal contratto o di corrispondere il supplemento.

Pertanto la vendita a corpo risulta quella maggiormente utilizzata negli atti di compravendita immobiliari, anche se molto spesso vengono comunque indicati le superfici di vendita.