Grazie all’ampia offerta ed i prezzi che continueranno ad essere freddi, anche il 2019 rappresenterà sicuramente un anno favorevole per acquistare casa.

I proprietari che invece desiderano vendere casa, probabilmente incontreranno una domanda di acquisto abbastanza vivace, ma difficilmente riusciranno ad incassare prezzi superiori rispetto a quelli che avrebbero ricavato nel 2018.

Nei primi nove mesi del 2018 in Italia, si sono registrate 411.579 transazioni immobiliari, ottenendo un aumento del 5,6% rispetto lo stesso periodo del 2017.

Milano ancora una volta, risulta il vero e proprio traino per il settore immobiliare in Italia, in quanto è possibile parlare di una seppur lieve ripresa ma generalizzata dei valori di compravendita.

Nonostante un leggerissimo incremento dei tassi di interesse relativi ai mutui, i tassi attuali non destano ancora particolari preoccupazioni.

E’ però prevedibile che la fine del Quantitative Easing da parte della BCE abbinato all’aumento dello spread, conduca gli istituti di credito ad alzare ulteriormente i tassi dei mutui nel corso del 2019.

Le previsioni poste in essere da Nomisma per il 2019 stimano un incremento della transazioni del 6,2% a Milano, abbinato ad un lieve aumento dei prezzi pari al 0,8%.

Nel capoluogo Lombardo, durante i primi nove mesi del 2018 l’incremento delle vendite di nuove abitazioni è stato pari al 14,5%, registrandosi anche in questo ambito una delle prime metropoli del panorama immobiliare Italiano.