Il Comune di Milano ha lanciato una call per idee di sviluppo per la Milano del 2030. Il concorso di idee è rivolto ad architetti ed urbanisti, i quali possono proporre i propri progetti riguardanti questo ambito.

L’immaginazione porta a pensare a nuovi grattacieli, più spazi verdi, spazi residenziali smart, impianti sportivi innovativi e molto altro.

Le idee saranno incentrate sulla riqualificazione degli spazi pubblici (come le piazze e le aree dismesse) e  l’implementazione di nuovi servizi.

L’argomento è abbastanza ampio e sicuramente saranno tantissimi i professionisti che si cimenteranno nel tentativo di creare nuove prospettive per Milano.

E’ importante chiarire che le proposte che giungeranno non sono assolutamente vincolanti per l’amministrazione e dovranno rispettare gli obiettivi di sviluppo sostenibili già inseriti dal Nano.

Il concorso Milano 2030, si affianca ad un’altro importante progetto per la Milano del futuro. Infatti è stato presentato ad Ottobre presso il Politecnico di Milano Bovisa 2030, il quale prevede la valorizzazione dei nodi di interscambio oltre l’ammodernamento e l’ampliamento della ferrovia.

Questi interventi consentiranno l’incremento della frequenza dei treni e della futura metrotranvia. Parlando di Bovisa ovviamente, un argomento di forte impatto è il parco Goccia uno spazio grande come il Parco Sempione che può vantare la presenza di oltre 2.000 alberi.

Sul parco Goccia i progetti di sviluppo sono diversi, e nel corso degli anni è stata già avviata la realizzazione di una struttura del Politecnico di Milano.