A Milano le zone Universitarie, negli ultimi anni hanno registrato un evidente miglioramento delle quotazioni immobiliari, rispetto ad altri quartieri cittadini.

Ma emerge che anche acquistando un’abitazione in una zona più distante si possono ottenere interessanti rendimenti, perlopiù affrontando una spesa inferiore.

Da alcuni studi effettuati, emerge che circa il 50% degli studenti universitari preferirebbe alloggiare non più lontano di 30 minuti dalla propria facoltà.

Vista la richiesta molto forte da parte degli studenti di abitazioni, è impossibile soddisfare le stesse limitandosi a pochi quartieri di Milano.

Proprio per questi motivi, Milano risulta  la città che restituisce le migliori performance economiche dal punto di vista dell‘investimento immobiliare sotto quest’ottica. 

La robusta crescita dei canoni di locazione degli ultimi anni influisce considerevolmente nel garantire ottimi rendimenti ai proprietari immobiliari. Il fenomeno è alimentato anche dal vero e proprio boom delle locazioni brevi, rivolte a turisti e professionisti in viaggio per affari.   

Gli studenti sono disposti a pagare un massimo di Euro 600 al mese per una residenza di livello medio-buono.

Questo dato si rispecchia pienamente con il costo medio di una camera a Milano che si aggira intorno ai 540 Euro mensili.

Moltiplicato per cinque anni, parliamo di una spesa complessiva di oltre 32.000 Euro.

Motivo per cui sono sempre di più i genitori che decidono di acquistare direttamente un’abitazione di piccola taglia per il proprio figlio, approfittando magari della possibilità di trovare un coinquilino con cui condividere l’abitazione e da cui incassare un affitto mensile per sostenere parzialmente un eventuale rata di mutuo.